Skip to content

Quale sonda sturatubi meccanica è migliore per pulire i tubi di scarico

Che fastidioso lo scarico lento e la puzza! Il tubo intasato è un problema da risolvere con estrema urgenza.

La pulizia dei tubi di scarico è l’unica soluzione contro le ostruzioni e il rallentamento del deflusso delle acque.

Nello scarico si formano sempre dei depositi. Potrebbero essere degli avanzi di cibo, fondi di caffe o grassi raffreddati. Negli scarichi del bagno l’intasamento può essere creato dai capelli o dalla carta igienica. I detersivi e i saponi sono i più tenaci, creano un blocco molto rigido simile al cemento.

Prima di arrivare al blocco completo, lo scarico invia dei segnali a chi ci abita. L’acqua scende più lentamente, si sentono dei gorgoglii e così via.

Nei casi più gravi l’acqua esce completamente dal lavello, dal wc e allaga l’abitazione. Più preoccupante ancora invece quando l’acqua fuoriesce dai giunti dei tubi e bagna i muri.

Come fare la pulizia dei tubi di scarico?

Per pulire i tubi di scarico ci sono diverse proposte, molte delle quali inefficaci. Analizziamole subito assieme.

kit n. 1 sonda sturatubi per pulire tubi scarico cucina

Come pulire i tubi di scarico

Dimentichiamoci dei prodotti chimici, del bicarbonato e delle pozioni magiche che non fanno assolutamente miracoli e contribuiscono a solidificare ancora di più il materiale presente nei tubi di scarico.

Una soluzione veloce ed ecologica è rappresentata dagli sturatubi. Analizziamo le caratteristiche dei principali strumenti per capire quale sia la migliore soluzione.

Pompa sturascarichi ad aria compressa

La pompa sturascarichi ad aria compressa funziona sparando un getto d’aria compressa all’interno dei tubi. L’azionamento può essere manuale con pistola oppure con l’ausilio di compressore elettrico.

Questa soluzione si può facilmente rivelare una perdita di tempo e soldi se lo sporco è tenace.

La presenza di curve nel tubo prima del blocco rallenta la potenza dell’aria senza esordire l’effetto sperato.

Quando le otturazioni sono più resistenti l’aria compressa porta all’avanzamento dello sporco. L’acqua inizierà a scendere ma sarà un effetto solo temporaneo.

Sturalavandini a molla

È composto da una molla con una punta a spirale che va inserita nello scarico e ruotata contro l’ostruzione.

La poca pressione esercitata e gli ingorghi più ostinati lo rendono spesso inutile.

Sonda sturatubi per idropulitrice

Se l’acqua nello scarico non defluisce proprio e non si può accedere al tubo nella parte più a valle (esempio dalla vasca esterna o da un pozzetto) il getto d’acqua ad alta pressione può diventare ingestibile. L’impiego di altra acqua, se non governata correttamente, rischia di allagare la casa.

Se ci sono occlusioni importanti una semplice idropulitrice non ha la forza per rompere il blocco.

Sonda sturatubi meccanica

Se si vuole fare una pulizia professionale con un’attrezzatura pratica ed efficacie anche contro gli intasamenti più ostinati la scelta ricade indubbiamente sulla pulizia meccanica con la sonda sturatubi di 3Meta.

Si tratta di un kit funzionale e utilizzabile in tutte le tipologie di tubazioni e gradi di intasamento. Dal tubo fragile in plastica, allo scarico con vari cambi di direzione, al blocco rigido di detersivo (la cui consistenza è simile al cemento).

Cosa comprende il kit
sonda sturatubi di diverse dimensioni a seconda della lunghezza del tubo da disostruire. Il minimo che devi avere sono comunque 3 metri). Il diametro del cavo va scelto a seconda del diametro dello scarico. Il cavo da 6 mm è ottimo per lo scarico intasato della cucina)

Il funzionamento è meccanico con rotazione comandata da un trapano o da un avvitatore.

La praticità è di casa con la sonda sturatubi di 3Meta

Spazi stretti, scale di condominio e trasporto non sono assolutamente un problema. L’ingombro è particolarmente irrisorio. La sonda sturatubi al termine del lavoro va arrotolata facilitandone gli spostamenti. Le varie catene vengono alloggiate nella pratica valigetta. Il kit è studiato appositamente per risolvere tutti gli intasamenti, dai più lievi ai blocchi più importanti.

La pulizia avviene in completa sicurezza poiché la rotazione del cavo è protetta dalla guaina esterna.

La sonda sturatubi di 3Meta è completamente riutilizzabile. Realizzata con materiali di alta qualità. La saldatura dei raccordi e la grammatura del materiale conferiscono alla sonda sturatubi una lunghissima durata. Questo consente di essere riutilizzata per un numero infinito di volte.

Cavo in acciaio resistente, elastico e flessibile per seguire l’andamento dello scarico e superare anche le curve strette del lavandino e del wc.

La sonda sturatubi di 3Meta richiede una minima manutenzione. È sufficiente verificare prima di ogni utilizzo l’integrità del cavo. Un impiego ripetuto può indebolire le fibre. In questo caso tagliare l’estremità danneggiata con un flessibile accorciando il cavo.

Come usare la sonda sturatubi 3Meta

Per pulire i tubi di scarico con la sonda sturatubi di 3Meta è infatti sufficiente:

  • Fissare la sonda sturatubi ad un normale trapano o ad un avvitatore con l’ausilio dell’adattatore.
  • Collegare all’estremità della sonda la catena più adatta per la pulizia in base al diametro, al grado di intasamento e al materiale del tubo di scarico.
  • Per una pulizia ad hoc è indispensabile l’uso di una telecamera. Ad occhi chiusi non si fa niente purtroppo. La videoispezione permette di individuare il punto ove insistere con la pulizia meccanica e controllare che il tubo sia completamente sgombro e privo di residui al termine del lavoro.
  • Inserire la sonda e la telecamera all’interno dello scarico
  • Azionare il trapano o l’avvitatore in senso orario. Il principio della pulizia meccanica è molto semplice. Il trapano fa ruotare il cavo; la catena all’estremità con il movimento rotatorio riesce a rompere il blocco, a frantumarlo completamente e a grattare lo sporco dal tubo liberando lo scarico. Il tutto senza compromettere l’integrità della tubazione. La pulizia va ovviamente fatta con ingresso direttamente dallo scarico sfilando ad esempio il sifone sotto il lavello o rimuovendo il wc.
  • Aprire l’acqua (dopo aver ricollegato il sifone o il sanitario) oppure versare alcuni litri di acqua nello scarico.

Anche se il cavo è corto ti consigliamo di farti aiutare da qualcuno in casa. Il tuo assistente regge il trapano o l’avvitatore e segue le tue istruzioni. Tu fai avanzare il cavo e decidi la velocità. Tenendo in mano il cavo e guardando il monitor della telecamera riesci a renderti conto del punto di ostruzione per insistere in quella posizione.

Ti raccomandiamo di utilizzare sempre guanti per evitare il contatto con le acque luride.

Forza, guanti alla mano e scegli il tuo kit.